Il 18 luglio del 2017 per il quartiere di Tor Pignattara sarà una data molto importante. Novant’anni fa infatti lo spostamento della cinta daziaria oltre la via dell’Aeroporto di Centocelle, ha sancito la definitiva inclusione del borgo rurale nel territorio di pertinenza del Comune di Roma.
Con questo provvedimento amministrativo Tor Pignattara e l’area dell’Acqua Bullicante – denominata Marranella – diventava, fra la notte del 17 e il 18 luglo del 1927, «uno dei centri abitati compresi nel comune chiuso», con la soppressione dell’ufficio daziario di Ponte Casilino e lo spostamento della sua sede in via Casilina angolo via dell’Aerodromo di Centocelle.

In occasione di questo importante anniversario il Comitato di Quartiere Tor Pignattara, l’Associazione per Ecomuseo Casilino ad duas lauros, la Scuola Popolare di Tor Pignattara e l’Associazione Bianco e Nero promuovono l’iniziativa 90 volte Tor Pignattara che ha lo scopo di costruire un programma annuale di manifestazioni tese alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e sociale del Tor Pignattara.

A tale scopo è stato realizzato un logo celebrativo che le varie realtà associative – purché non affiliate a partiti politici e operanti senza scopo di lucro in ambito sociale e culturale – potranno apporre sui materiali di comunicazione delle iniziative che intendono iscrivere al programma delle celebrazioni. Per fare richiesta di adesione all’iniziativa è sufficiente compilare la form che trovate qui a fianco.

L’obiettivo del progetto è duplice. Da un lato la diffusione della conoscenza del patrimonio storico e culturale del quartiere fra le comunità che lo abitano. Dall’altro la valorizzazione del contributo di Tor Pignattara alla costruzione dell’identità democratica e multiculturale della città, attraverso il riconoscimento del quartiere come nuovo rione storico del Comune di Roma.

I promotori
Comitato di Quartiere Tor Pignattara
Associazione per l’Ecomuseo Casilino ad Duas Lauros
Scuola Popolare di Tor Pignattara
Associazione Bianco e Nero